Tappa tour a Melegnano

Da Milano il Coemm lancia il suo popolo dei Blog: "I Fari della comunicazione"

L'Italia, al 52°posto per la libertà d'informazione, soffocata dai legami tra finanza industria e stampa, avrà sempre difficoltà a comunicare quello che sarebbe il bene ed il giusto per il Paese, troppe le maglie che in pochissimi passaggi riconducono sempre alle stesse persone.

C'è un'Italia che sta incontrandosi in maniera etica e riservata e che senza tanto clamore si è già organizzata in piccoli gruppi di 11 persone, chiamati Clemm (Circoli Locali Etici), in ciascuno degli ottomila Comuni del Bel Paese.
Una piattaforma di quasi 90 mila cittadini che da due anni persegue un obiettivo ambizioso: sconfiggere la povertà e ridare motore all'economia della piccola e media impresa italiana. Ideatore del progetto, il Segretario Generale Maurizio Sarlo, 30 anni di studi e d'esperienza nelle associazioni no profit, nelle fondazioni filantropiche, contatti negli ambienti “che contano” e portavoce di un messaggio che a molti italiani che l'hanno conosciuto, è apparso subito vero: non c'è molto tempo per salvare un'Italia depredata della sua eccellenza industriale ed italiani annientati nella loro vitalità e creatività per una politica economica genocida. Il 2020 segna il punto di non ritorno.

Riunita nei salotti solidali Clemm, questa parte d'Italia che sta aumentando di giorno in giorno la sua massa critica, sta divulgando, a proprie spese ed in totale forma volontaria, un cambio di paradigma: dare vita e concretezza ad un Mondo Migliore, con una scuola, una sanità, un'agricoltura, una politica sociale e di welfare migliore, che, se non fosse che è partita da privati cittadini, sembra più un piano di riqualifcazione che dovrebbe attuare uno Stato. In questo caso, invece, è merito dell'associazione no profit Coemm.
Tra le rivoluzionarie proposte già presenti nei Comuni dove ogni circolo si riunisce mensilmente per rafforzare la sostanza dell'intero progetto, un reddito di dignità che poggia la sua realizzazione in quel senso etico di scambio tra partecipazione dei cittadini e Stato. Comparti tecnici scentifici si stanno così costituendo per diventare matrice di un nuovo status sociale per un mondo migliore che metta il valore umano al primo posto. Eventi in ciascuna regione d'Italia, vengono organizzati dagli appartenenti all'associazione dove il Dottor Sarlo presenta le novità, insieme a chi ha già scelto volontariamente ed in piena partecipazione, di coordinare lo strutturarsi di questa nuova Italia.
Uno degli ultimi incontri di un lungo tour estivo che si sta snodando lungo la Penisola, è stato a Melegnano Venerdì 16 giugno. Oltre millecinquecento persone riunite nel campo sportivo di Cerro Lambro per dare forma all'espressione del benessere umano attraverso l'uso della tecnologia già disponibile e dare concreto inizio ad una libera circolazione delle idee.

Organizzato dal Referente regionale Lombardia Dario Anticoni, insieme a Vittoria Aversa Vice regionale e Marco Bernasconi Segretario regionale, in collaborazione con Toloni Francesca del Comparto Spettacoli ed Eventi Lombardia, la serata è stata la dimostrazione di come oggi si può usifruire di tecnlogie energetiche innovative attraverso combustore che permettono d'uscire dalla schiavitù all'Enel e di come l'informazione debba svincolarsi dalle maglie della politica affinché sia davvero libera.

Il progetto promosso da Sarlo, iniziato con il riappropiarsi di una cultura perduta a causa d'una informazione veicolata dal potere costituito, richiede ora maggior visibilità e diffusione. L'Italia, al 52°posto per la libertà d'informazione, soffocata dai legami tra finanza industria e stampa, avrà sempre difficoltà a comunicare quello che sarebbe il bene ed il giusto per il Paese, troppe le maglie che in pochissimi passaggi riconducono sempre alle stesse persone. Le stesse che veicolano solo le notizie utili ai propri interessi.
Il progetto Coemm, per ovviare a questo stato di fatto delle cose, ha iniziato una partnership con la testata online Corrierequotidiano.it, i cui editori hanno messo a disposizione del “popolo di Sarlo”, blog e redazioni online con cui iniziare una nuova informazione.
Il Direttore responsabile Silvio Aparo ha illustrato nella serata la mission di questa collaborazione, una possibilità di giornalismo partecipativo, l'opportunità d'informare partendo dal basso per dar voce a livello comunale, provinciale, regionale e nazionale a chi, voce, non viene data. Maurizio Sarlo ha voluto enfatizzare questa partnership rimarcando la necessità d'informare e d'essere informati, definendo i blog che hanno già iniziato ad essere aperti in più Comuni italiani, i “Fari del Coemm”.

Così ha scritto in un post rivolgendosi al suo Mondo Migliore: “L'altro aspetto innovativo, legato alla Informazione e Comunicazione, presentato a Melegnano, e stato quello che intendiamo denominare: "il Faro"! Ovvero, l'idea di procedere in una forma di collaborazione libera, solidale ed etica con un Editore, altrettanto libero ed etico, quale e quello legato al Corriere Quotidiano. Per realizzare un Blog che diventi un canale Social Web di capillare informazione e comunicazione. Nasce, infatti, una collaborazione che vedra, tale Editore On Line, mettere a disposizione un Social (BLOG) molto evoluto. Comprensivo di WEB TV. Mediante questo Social, potremo scambiare ogni sorta di informazione e comunicazione, protetta da un... "Faro": una "Guida Responsabile" che, in esclusiva, dovra diventare il Referente del "Social" di ogni Comune e Distretto d'Italia. A tale "Faro", tramite il BLOG di riferimento, tutti potranno far convogliare ogni tipo di notizia e di comunicazione del proprio territorio. Una iniziativa che DEVE DIVENTARE IL VERO BALUARDO contro la disinformazione, che piove di continuo nel nostro Bel Paese e sulle spalle della Maggioranza della ignara Popolazione. Questo Blog deve diventare la PROTEZIONE ETICA del Progetto COEMM & CLEMM.
Dopo il prossimo 18 settembre, infatti, dovremo aspettarci qualche attacco sconclusionato. E allora, coloro che hanno desiderio di andare alla vera verita, potranno trovare una corretta informazione proprio attraverso Corriere Quotidiano e i vari Blog presenti in Tutta Italia. Un compito di grande responsabilita.”

Una serata che ha dato il via quindi ad una nuova comunicazone che sta diffondendosi in tutta Italia, una collaborazione tra un mezzo d'informazione libero e non vincolato da poteri e finanza ed un movimento pacifico, etico, altamente rivoluzionario che ora ha i mezzi tecnologici mediatici per dire la verità su ciò che oggi si può e si deve fare per arrivare a riconoscere e favorire una politica del valore umano.
Ringraziando Maurizio Sarlo per l'opportunità ed ancora gli organizzatori dell'evento, in particolare il Referente della Regione Lombardia Dario Anticoni, e tutti i partecipanti della serata, ci apprestiamo a dire, dalle pagine del nostro giornale, la verità su questo progetto, dando voce a tutti i suoi componenti che vorranno usufruire della nostra testata online. Una nuova era dell'informazione è iniziata!

di CLAUDIA RIGACCI

Categoria: