ARTICOLO SPONSORIZZATO

La gastronomia turca si sposa con quella italiana

Una storia come tante, di cui i media parlano quotidianamente.
Una fuga dalla propria terra verso un futuro incerto, irto di incognite ma pieno di speranze attraverso un viaggio affollato di pericoli e di incertezze.
La nostra storia inizia nei primi mesi dell’anno 2006. Ali Kol lascia il suo paese, Pazarcik nella regione di Kahramanmars in Turchia. Un paese di circa 30.000 abitanti, 60% di essi dediti all’agricoltura, per cercare fortuna in occidente. Sbarca in Italia e dopo aver ottenuto lo stato di asilo politico si adatta a fare il primo lavoro che gli capita: aiuto cuoco.
Già nella sua terra Ali aveva lavorato nel settore delle ristorazione e di conseguenza cerca di portare in Italia le sue esperienze culinarie tipiche della Turchia
Ancora sente l’odore della sua gastronomia, sopra ogni cosa il gelato confezionato con il latte di capra e il “baklava” dolce tipico turco a base di miele, pasta sfoglia e noci, ed inizia così a cullare la speranza di aprire un proprio ristorante.
Il 2011 segna un tappa importante della sulla sua esistenza, infatti, insieme al fratello apre il suo locale: Istanbul Turkish KEBAP Pizza & Kebap”.
Un insieme di culture, di sapori e di prelibatezze che uniscono due gastronomie profondamente diverse nelle proprie tradizioni ed incredienti: la turca e l’italiana. Dalla pizza napoletana, al kebap per passare ai pasti prettamente vegetariani.
In ultima analisi, al centro di Milano, in via Lazzaro Palazzi, 2 è possibile immergersi in atmosfere gastronomiche che portano alle suggestive ambientazioni medio orientali, a quelle napoletane e per finire al salubre mondo dei vegetariani.
Un locale da inserire nel taccuino di ognuno, per trascorrere un momento in cui si celebra la festa dei sensi gustativi, della genuinità e per godere della squisita ospitalità di Ali.